Prove Invalsi

Le prove Invalsi sono test standardizzati, elaborati dall’Istituto Nazionale per la Valutazione del Sistema di Istruzione e Formazione (INVALSI), ente di ricerca di diritto pubblico, sottoposto alla vigilanza del Miur. Tutti gli istituti scolastici d’Italia devono effettuare le prove poiché sono obbligatorie per legge. Nella scuola primaria, le classi coinvolte sono le classi II e V.

 

Nel nostro istituto, i risultati dei test sono apparsi significativamente positivi in quanto le classi hanno ottenuto esiti superiori rispetto al punteggio medio della nostra regione, dell’area geografica meridionale e di tutta l’Italia.

Le prove riguardano le discipline fondamentali, italiano e matematica e sono ideate per misurare alcuni aspetti delle competenze/abilità acquisite nel percorso formativo degli alunni così da tracciare un quadro di riferimento statistico sul livello di apprendimento in ItaliaInoltre, per consentire alle scuole di confrontare i loro dati con l’esterno, l’Invalsi identifica alcune classi campione, i cui risultati valgono come standard di riferimento. Gli esiti dei test sono poi restituiti alle singole scuole in forma privata e anonima. L’analisi dei risultati ottenuti rappresenta per la scuola uno strumento prezioso per mettere in cantiere azioni mirate a favorire il miglioramento.

In seguito a tale analisi, basata sui risultati degli ultimi tre anni, è stato possibile verificare l’efficacia educativa e metodologica-didattica del nostro istituto. Infatti dallo studio degli esiti restituiti è emerso che il livello di apprendimento dei nostri alunni risulta nettamente superiore alla media nazionale e regionale.

In particolare, nell’a.s. 2013/14 le nostre classi hanno riportato alti risultati di performance, registrando un buon 20% in più sia rispetto alle classi campioni, ossia classi “simili” in termini di background socio-economico-culturale, sia rispetto ai punteggi medi della regione, dell’area geografica e dell’Italia intera.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.